Home / Senza categoria / Nuovo record all’Ospedale “Molinette” di Torino: cinque trapianti consecutivi di fegato in 36 ore
AMTS-vivatorino-320x250
Vivatorino-banner-300x250
300x250-VivaTorino
300x250_banner
300x250 dinosauri
300x250 illusioni
300 x 250 illusioni
LeDune_Sq_000
Torino Magica Vivatorino 300x250
300x250 ill
MUSEO DELLE ILLUSIONI
previous arrow
next arrow
AMTS-vivatorino-320x250
Vivatorino-banner-300x250
300x250-VivaTorino
300x250_banner
300x250 dinosauri
300x250 illusioni
300 x 250 illusioni
LeDune_Sq_000
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
300x250 ill
MUSEO DELLE ILLUSIONI
previous arrow
next arrow

Nuovo record all’Ospedale “Molinette” di Torino: cinque trapianti consecutivi di fegato in 36 ore

Dalle 5 di venerdì mattina alle 17 di sabato pomeriggio, 11 marzo 2017, una ventina di sanitari dell’équipe del professor Mauro Salizzoni ha eseguito all’ospedale Molinette, di Torino, cinque trapianti consecutivi, impiegandoci complessivamente 36 ore di tempo: i trapiantati sono stati un uomo e una donna, due giovani e un’urgenza assoluta.

Salizzoni, che trent’anni fa ha fondato il Centro Trapianti di fegato di Torino, una volta ultimati tutti gli interventi, ha commentato:

AMTS-vivatorino-800x480
VIVATORINO-800x480px
800x480
800x480dinosauri
800x480
800 x 480 illusioni
LeDune_Sq_000
Torino Sotterranea Vivatorino 800x480
800x480-VivaTorino
previous arrow
next arrow
AMTS-vivatorino-320x250
Vivatorino-banner-300x250
300x250-VivaTorino
300x250_banner
300x250 dinosauri
300x250 illusioni
300 x 250 illusioni
LeDune_Sq_000
Torino Magica Vivatorino 300x250
300x250 ill
MUSEO DELLE ILLUSIONI
previous arrow
next arrow

“I trapianti sono tecnicamente riusciti, siamo soddisfatti. Un punto di riferimento, non solo nazionale, che continua a esistere, nonostante una struttura ormai obsoleta. Per questo dico che la nuova Città della Salute va fatta in fretta: è una vera urgenza di Torino.”

Dopo questo ennesimo grande risultato, il Centro Trapianti di fegato della Città della Salute di Torino ha così centrato un nuovo record.

Servizio a cura di Antonello Preteroti