Home / In evidenza / (video) La storia del tunnel realizzato dal marchesato di Saluzzo e l’arrivo dell’acciuga
previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

(video) La storia del tunnel realizzato dal marchesato di Saluzzo e l’arrivo dell’acciuga

Il Buco di Viso o Buco delle Traversette , Përtus dël Viso in lingua piemontese,  è una galleria scavata nella roccia lunga circa 75 metri che collega l’Italia con la Francia mettendo in comunicazione i territori comunali di Crissolo e Ristolas. Si trova in Piemonte, nel territorio della provincia di Cuneo, alle pendici del monte Granero, sotto il versante che separa la valle Po da quella francese del Queyras, ad un’altitudine di 2.882 m s.l.m.poco più in basso rispetto al colle delle Traversette a quota 2.950 m. È noto per essere stato il primo traforo alpino della storia e rappresenta una delle più antiche opere di ingegneria civile realizzate in alta montagna.Attraverso uno dei più antichi tunnel della Regione Piemonte che risale alla fine del 400′. Fu realizzato dal marchesato di Saluzzo per garantirsi l’accesso strategico alla via del sale. Il sale portava con se dei mondi sconosciuti per l’epoca… Arrivava sul territorio piemontese in un punto strategico per evitare le “gabelle” sul sale che addirittura, veniva nascosto sotto alimenti come le acciughe..
Le acciughe in poco tempo diventeranno le protagoniste della cucina piemontese è famose in tutto il mondo con uno dei piatti patrimonio Unesco che rappresenta la nostra Regione, la “Bagna cauda”.

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube