Home / In evidenza / I consigli di Alfi Service a Torino sulle porte blindate e le serrature
previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

I consigli di Alfi Service a Torino sulle porte blindate e le serrature

I consigli di Alfi Service per la sicurezza domestica: ecco i passaggi fondamentali da seguire per disporre di un sistema sicuro e tenere i ladri lontani da casa propria. 

Disporre di una casa sicura, con dispositivi che permettono di ridurre il rischio di subire un furto, è una priorità per tutti, soprattutto per chi vive in una grande metropoli come Torino​. 

previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

Per una casa a prova di ladri, esistono alcune regole utili da seguire; quelle esposte in seguito ci sono state proposte dal fabbro Torino Alfi Service, professionista in tutto ciò che riguarda le porte blindate e le serrature.

La scelta della porta blindata

Il primissimo consiglio che Alfi Service ci dà per la protezione di un’abitazione riguarda la scelta della porta blindata. Quest’ultima deve essere di ottima fattura in modo tale da risultare invalicabile dagli ospiti indesiderati. 

Una porta blindata deve essere ben fatta per offrire sicurezza, nonché isolamento termico e acustico. A tal proposito, il fabbro ritiene che sia meglio spendere qualche euro in più per l’acquisto di questo serramento, piuttosto che ritrovarsi con una porta che risulta facilmente scassinabile per mezzo di attrezzi semplici come il cacciavite o il piede di porco.

Per quanto riguarda la classe di resistenza, Alfi Service sconsiglia vivamente le prime due, in quanto facilmente apribili; al contrario, le porte blindate che vanno dalla classe 3 alla classe 6 sono dotate di rinforzi metallici, per cui hanno un sistema di sicurezza notevole.

Il fattore “serrature”

Il nostro esperto fabbro Torino Alfi Service ha anni di esperienza nel settore delle serrature, quindi rappresenta un valido punto riferimento per tutti coloro che intendono rafforzare il grado di sicurezza della propria casa. 

Il consiglio è quello di verificare che tipo di serratura sia ha in dotazione nella propria porta blindata. Se questa è a doppia mappa bisognerà provvedere al suo aggiornamento in fretta​. Queste serrature infatti sono ormai superate e possono essere aperte con estrema facilità anche dai ladri inesperti.

Bisogna correre ai ripari prima che sia troppo tardi. In che modo? Con l’installazione del cilindro europeo che permette di respingere in maniera ottimale gli attacchi criminosi, grazie al fatto di essere costituito da materiali solidi, cifratura protetta e rinforzi anti trapano e anti strappo. 

Tuttavia, avere una buona serratura di sicurezza non basta, bisogna fare di più. Alfi Service, nello specifico, suggerisce di eseguire regolarmente la manutenzione delle serrature; in questo modo queste dureranno nel tempo e non saranno soggette a ripetuti guasti​. 

Altri dettagli da non sottovalutare

Ma vi sono altri dettagli che non vanno sottovalutati in alcun modo se non vogliamo ritrovarci vittime di un furto con scasso. Ricordati di cambiare sempre le serrature quando ti trasferisci in una nuova casa, condominio o appartamento, o se le chiavi vengono smarrite o rubate.

Molti furti avvengono attraverso finestre e portefinestre, ecco perché lo specialista ci consiglia l’installazione di modelli con rinforzi. Soprattutto chi abita nei piani bassi e nei solai non deve abbassare la guardia nemmeno per un secondo. Volendo si può fare molto di più, ovvero si può richiedere a uno specialista l’installazione di un vetro antisfondamento; questo è costituito da più strati di vetro e quindi consente un ottimo livello di protezione.

Infine, l’esperto ci ricorda di chiudere sempre a chiave porte e finestre quando si esce, anche se per un breve periodo. La maggior parte dei furti avvengono di giorno. Se lo desideri, puoi richiedere a un esperto del settore di configurare tutti gli infissi con una singola chiave, così da disporre di una maggiore comodità.

Alfi Service 

Corso Monte Grappa, 36

10145 Torino TO

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube