Home / In evidenza / (video) La visita della Regina Elisabetta a Torino per “Italia 61”
previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

(video) La visita della Regina Elisabetta a Torino per “Italia 61”

Nel suo regno la Regina Elisabetta d’Inghilterra ha visitato diverse volte l’Italia.
Nel 1961, la visita di Stato iniziò in Sardegna, continuò sul battello Britannia, per un fuori programma a Vulcano con sbarco a Napoli.
Immancabile la tappa nella capitale d’Italia Roma, dove per l’occasione fu organizzata una magnifica cena di gala al Quirinale. Le giornate romane proseguirono con la visita al santo padre Papa Giovanni XXIII.
Poi si sali verso il nord Itali con arrivo a Venezia, con tanto di giro in gondola e “Grazie” in italiano della regina al gondoliere.
In quel lungo viaggio in Italia una tappa fu dedicata anche a Torino, esattamente, l’ultima città prima del rientro in patria.
La Regina nell’occasione era accompagnata da suo marito Filippo (principe consorte).

La regina Elisabetta a Torino

previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

Un video di British Pathè ricorda quella storica giornata, a maggio 1961. La regina vestita con un elegante abito giallo pastello e soprabito svasato con manica francese, infine l’immancabile cappellino con fiori in tinta. Fu ricevuta dalle autorità locali a Palazzo Madama e, quindi, raggiunse Italia ’61, che era stata inaugurata pochi giorni prima, per celebrare i 100 anni dall’Unità d’Italia.

Elisabetta e Filippo videro da vicino le meraviglie realizzate per l’occasione, da Palazzo del Lavoro alla monorotaia fino a Flor 61, diventato oggi il Giardino Roccioso, adiacente al Borgo Medievale. Tra gli incontri della giornata torinese della sovrana, il più fotografato fu quello con Giovanni e Marella Agnelli.

Il video, preziosa testimonianza di una visita storica e di una Torino che fu (il Palazzo del Lavoro nel suo pieno splendore!), da youtube. La foto della regina Elisabetta con Giovanni Agnelli, da www.italymagazine.com

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube