Home / Notizie città / Torino, cronaca: “Bike sharing” per una settimana a un euro, per combattere l’inquinamento
VAN_GOGH_300_250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
comics natale 21 300x250
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
banner Viva Torino 300x250
previous arrow
next arrow
VAN_GOGH_300_250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
comics natale 21 300x250
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
banner Viva Torino 300x250
previous arrow
next arrow

Torino, cronaca: “Bike sharing” per una settimana a un euro, per combattere l’inquinamento

Per abbassare il livello dell’inquinamento, si è capito che non basta vietare l’utilizzo delle auto diesel e istituire blocchi alla circolazione, bisogna anche promuovere il cosiddetto bike sharing.

Abbonamento al Bike sharing di “[TO]BIKE” a solo un euro, per una settimana

A tal proposito, attraverso la promozione #tobikenosmog, tutti i cittadini potranno iscriversi al servizio sopra citato acquistando un abbonamento settimanale al prezzo simbolico di 1 euro. Così facendo, si spera di dare una forte spinta alle due ruote ecologiche, al fine di limitare il più possibile il ricorso alle quattro ruote. Infatti, uno degli obiettivi dell’amministrazione è proprio quello di far cambiare, nella collettività, il modo di muoversi in Città, lasciando l’auto sempre più a casa.

VAN_GOGH_800x480
Wharol banner 800 x480
Template Grande formato
comics natale 21 800x480
banner-pubblicità-grande
Torino Sotterranea Vivatorino 800x480
banner Viva Torino 800x480
Banner2_animaz
previous arrow
next arrow
VAN_GOGH_300_250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
comics natale 21 300x250
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
banner Viva Torino 300x250
previous arrow
next arrow

La promozione è utilizzabile da tutti gli utenti, senza alcuna distinzione o favoritismo possibile, ma una sola volta: allo scadere dei sette giorni, si potrà acquistare l’abbonamento annuale, caricandolo anche sulla tessera Bip oppure sulle altre card abilitate, come la Pyou card, le tessere Polito, Università di Torino e così via.

Servizio a cura di Antonello Preteroti

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube