Home / In evidenza / (video) Tragedia del Mottarone, le condizioni di Eitan: «Iniziato l’iter per il risveglio del bambino»
ghost banner 300x250
Banner Palazzo Barolo 300x250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
Banner Palazzo Reale 300x250
previous arrow
next arrow
ghost banner 300x250
Banner Palazzo Barolo 300x250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
Banner Palazzo Reale 300x250
previous arrow
next arrow

(video) Tragedia del Mottarone, le condizioni di Eitan: «Iniziato l’iter per il risveglio del bambino»

Il direttore generale Città della Salute di Torino sulle condizioni del piccolo Eitan «Il bambino ha passato una notte tranquilla, è sempre stabile e per questo è iniziato l’iter del risveglio, stiamo riducendo i farmaci che lo tengono in coma farmacologico. Ci vorrà un po’ di tempo», così Giovanni La Valle, direttore generale Città della Salute di Torino, davanti al Regina Margherita dove è ricoverato il bambino sopravvissuto alla tragedia della funivia Stresa-Mottarone.

«Questo è l’aspetto clinico, c’è poi il supporto psicologico che il bambino dovrà avere sia al risveglio sia nel post. L’equipe si è preparata. In questo momento c’è l’approccio terapeutico, i parenti sono in struttura e saranno coinvolti nel momento del risveglio. Siamo più ottimisti perché ha superato un’altra notte molto critica\”, ha dichiarato Giovanni La Valle. ( Ansa – CorriereTv ). Guarda il video su Corriere: https://video.corriere.it/cronaca/tra…

ghost_ banner 800x480
Banner 800x480 Palazzo Barolo
Wharol banner 800 x480
Template Grande formato
banner-pubblicità-grande
Torino Sotterranea Vivatorino 800x480
Banner 800x480 Palazzo Reale
previous arrow
next arrow
ghost banner 300x250
Banner Palazzo Barolo 300x250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
Banner Palazzo Reale 300x250
previous arrow
next arrow
testo e video canale facebook
Corriere della Sera



Clicca e segui VivaTorino su  YouTube