Home / In evidenza / (video) Si ingrossa il fiume Po, l’acqua al pelo con il livello dei Murazzi.
previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

(video) Si ingrossa il fiume Po, l’acqua al pelo con il livello dei Murazzi.

Il minimo depressionario presente sul Mediterraneo ha portato nelle ultime 48 ore piogge diffuse sulla regione con intensità moderate. I valori maggiori sono stati registrati nella fascia pedemontana del torinese e nel cuneese. A Barge e Brossasco nel cuneese si sono totalizzati nelle ultime 24 ore rispettivamente 160 e 130 mm; nel torinese i massimi di circa 120 mm si sono misurati a Talucco e Varisella.

Sono state registrate nuove nevicate su tutto l’arco alpino piemontese; la quota neve, inizialmente attestata sui 2600-2800m è scesa progressivamente nella notte fino a 1600-1800m dove le precipitazioni sono state più intense. I quantitativi cumulati di nuova neve alla quota indicativa di 2500 m sono stati di: 5-10 cm su Alpi Lepontine e Alpi Pennine, 10-20 cm dalle Alpi Graie alle Alpi Cozie Sud con massimi di circa 30 cm in valle Po, 5-15cm su Alpi Marittime e Alpi Liguri.

previous arrow
next arrow
Slider
NUOVI TOUR GIUGNO 2020
previous arrow
next arrow
Slider

Le precipitazioni hanno determinato l’incremento dei livelli idrometrici del reticolo idrografico secondario, in particolare nel cuneese: si segnalano il Pesio a Carrù (CN) e il Ghiandone a Staffarda (CN) che hanno registrato valori prossimi ai livelli di guardia e l’Ellero a Mondovì (CN) che ha superato tale soglia e pertanto su questo settore del cuneese è stata mantenuta per la giornata odierna l’allerta gialla per rischio idraulico. Il Po nel tratto cuneese ha registrato un incremento dei livelli, al momento al di sotto delle soglie di riferimento, mentre a Torino è previsto il raggiungimento della soglia di riferimento per i Murazzi nel pomeriggio odierno.

La struttura meteorologica che ha causato il maltempo si sposterà lentamente verso est lasciando spazio ad una risalita dei valori di pressione che favorirà un miglioramentodelle condizioni.

Pertanto, nel pomeriggio odierno sono ancora attese precipitazioni deboli o moderate sulla fascia montana e pedemontana occidentale e meridionale, che andranno via via attenuandosi per poi esaurirsi già dal mattino di domani. Domani e nei prossimi giorni sono previste condizioni di tempo stabile e in prevalenza soleggiato, con un graduale aumento delle temperature e dello zero termico.

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube