Home / In evidenza / (video) Ettore – salvato dai vigili del fuoco di Torino, sepolto sotto le macerie per 30 ore.
Banner Palazzo Barolo 300x250
BRANDUARDIbanner_300x250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
Banner Palazzo Reale 300x250
previous arrow
next arrow
Banner Palazzo Barolo 300x250
BRANDUARDIbanner_300x250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
Banner Palazzo Reale 300x250
previous arrow
next arrow

(video) Ettore – salvato dai vigili del fuoco di Torino, sepolto sotto le macerie per 30 ore.

È rimasto sotto le macerie intrappolato per 30 lunghissime ed interminabili ore, senza via d’uscita; lui che era stato adottato solo il giorno prima che la sua nuova casa gli crollasse addosso.

Dopo una durissima giornata di ricerche, quando tutto lasciava presagire al peggio, gli occhi lucidi di Ettore hanno riacceso le speranze dei suoi eroici soccorritori. È quanto accaduto alla periferia nord di Torino, dove una tremenda esplosione ha sventrato una palazzina, causando la morte di Aron, un bimbo di 4 anni, e ferendo tre adulti, tra cui la mamma della vittima.

Banner 800x480 Palazzo Barolo
BRANDUARDI banner_800x480
Wharol banner 800 x480
Template Grande formato
banner-pubblicità-grande
Torino Sotterranea Vivatorino 800x480
Banner 800x480 Palazzo Reale
previous arrow
next arrow
Banner Palazzo Barolo 300x250
BRANDUARDIbanner_300x250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
Banner Palazzo Reale 300x250
previous arrow
next arrow

Tra i sopravvissuti di questa tragedia, ancora senza spiegazione, c’è un cucciolo di nome Ettore, l’ultimo dei dispersi. Un salvataggio che ha ripagato di ogni sforzo i Vigili del Fuoco, impegnati in una ricerca senza soste. Nonostante il crollo e le oltre 30 ore senza cibo e acqua, il cagnolino non ha riportato danni gravi ed è stato trasferito presso l’ambulatorio sociale di ENPA di Torino, dove adesso proverà a dimenticare il terribile trauma che ha subìto; ma non lo farà da solo, perché potrà contare sulle cure dei veterinari e sull’affetto della sua famiglia adottiva, coinvolta come lui in quel terribile disastro. La storia di Ettore ci ricorda che ogni vita conta, qualunque essa sia, e che deve essere compito nostro proteggere e salvare gli animali da ogni pericolo.

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube