Home / In evidenza / TORINO. SPES1970, una Caffetteria etica al Polo del ‘900
previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

TORINO. SPES1970, una Caffetteria etica al Polo del ‘900

Una caffetteria etica all’interno di un museo. Questo il concept alla base di Spes1970 Caffetteria Polo del ‘900, il nuovo bar e punto vendita di Spes 1970 che ha aperto al Polo del ’900 di Torino. Ospitato nel complesso juvarriano dei Quartieri Militari, il centro culturale Polo del 900, oltre al museo, agli spazi espositivi, alle sale lettura e alle biblioteche, sarà dotato di un bar che è anche e soprattutto un progetto sociale.

Una caffetteria unica che incarna i valori etici e solidali di Spes, la cooperativa sociale torinese che impiega nei suoi laboratori e punti vendita giovani e persone socialmente fragili, offrendo loro un’opportunità per inserirsi nel mondo del lavoro. Valori che si ritrovano anche nell’arredamento, realizzato dalla falegnameria sociale Avanguardia. L’imponente bancone e la grande libreria, punti focali dello spazio, sono caratterizzati da uno stile minimale e raffinato, studiato per rendere questo luogo intimo e accogliente. Una caffetteria che offre la possibilità di regalarsi una piacevole pausa relax immersi in un luogo che profuma di storia e solidarietà.

previous arrow
next arrow
Slider
NUOVI TOUR GIUGNO 2020
previous arrow
next arrow
Slider

Spes1970 Caffetteria Polo del ’900 nasce dalla nuova collaborazione tra Spes 1970 e il Polo del ‘900 e si pone in continuità con un processo di riqualificazione urbana avviato quattro anni fa con la nascita del Polo. Principi e punti di vista condivisi quali accoglienza, partecipazione, impegno etico e integrazione fanno sì che questo luogo, un tempo solo di passaggio, sia ora un punto di riferimento e di ritrovo per tutta la città. 

Spes1970 Caffetteria Polo del ‘900

Corso Valdocco 6A, 10122 Torino

Per informazioni e prenotazioni: 011 -19476486

Orari: aperto tutti i giorni dalle 8 alle 21.

www.cioccolatospes.it

www.polodel900.it

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube