Home / In evidenza / Torino: proveniente da Parigi con il TGV arrestato a Porta Susa per un ordine di carcerazione
Banner Palazzo Barolo 300x250
BRANDUARDIbanner_300x250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
Banner Palazzo Reale 300x250
previous arrow
next arrow
Banner Palazzo Barolo 300x250
BRANDUARDIbanner_300x250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
Banner Palazzo Reale 300x250
previous arrow
next arrow

Torino: proveniente da Parigi con il TGV arrestato a Porta Susa per un ordine di carcerazione

Gli agenti della Polfer arrestano quarantaquattrenne italiano
Un quarantaquattrenne italiano, residente in Valle d’Aosta, è stato arrestato dagli Agenti della Polizia Ferroviaria nella Stazione di Torino Porta Susa in quanto aveva a suo carico un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Torino.

L’uomo, proveniente da Parigi a bordo del TGV -servizio ferroviario internazionale-, è stato fermato dalla Polizia durante l’espletamento dei servizi di controllo che si concentrano, in particolar modo, all’arrivo dei convogli con tratta internazionale.

Banner 800x480 Palazzo Barolo
BRANDUARDI banner_800x480
Wharol banner 800 x480
Template Grande formato
banner-pubblicità-grande
Torino Sotterranea Vivatorino 800x480
Banner 800x480 Palazzo Reale
previous arrow
next arrow
Banner Palazzo Barolo 300x250
BRANDUARDIbanner_300x250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
Banner Palazzo Reale 300x250
previous arrow
next arrow

A seguito di ulteriori accertamenti, è risultato avere a suo carico, oltre a numerosi precedenti di polizia quali ricettazione, rapina, bancarotta fraudolenta e vari fallimenti, anche un’esecuzione di ordine di carcerazione, emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino nel novembre 2017, in quanto l’uomo doveva scontare una pena residua di 6 mesi per il reato di ricettazione.

Accompagnato presso gli Uffici di Polizia, è stato associato presso la locale Casa Circondariale “Lo Russo e Cutugno” e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube