Home / Senza categoria / Torino: La Polizia trova due serre di marijuana hi-tech
locandine mercatino mostra del giocattolo 2020.cdr
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
banner Viva Torino 300x250
previous arrow
next arrow
locandine mercatino mostra del giocattolo 2020.cdr
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
previous arrow
next arrow

Torino: La Polizia trova due serre di marijuana hi-tech

In due alloggi, erano superattrezzate

Personale della Squadra Mobile di Torino ha rinvenuto marijuana, in due alloggi a Torino, il primo in via Salerno e il secondo in via Stradella.

locandine mercatino mostra del giocattolo 2020.cdr
banner-pubblicità-grande
Torino Sotterranea Vivatorino 800x480
banner Viva Torino 800x480
Banner2_animaz
Slide
previous arrow
next arrow
locandine mercatino mostra del giocattolo 2020.cdr
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
banner Viva Torino 300x250
previous arrow
next arrow

Gli agenti intervenuti in via Salerno hanno trovato due distinte serre di marijuana, dotate di impianti di irrigazione, areazione e illuminazione, contenenti oltre 160 piante. Nell’alloggio, di proprietà di un cittadino cinese, era presente un impianto video ripresa e trasmissione dati con apparecchiature wireless con le quali veniva controllata a distanza la produzione di marijuana. Il proprietario, deferito all’autorità giudiziaria, ha riferito di aver concesso in locazione l’appartamento ad un altro cittadino cinese.

Due giorni dopo, gli uomini della Squadra Mobile hanno fatto una scoperta simile in un altro alloggio, questa volta di via Stradella. All’interno dell’immobile, infatti, sono stati rinvenuti numerosi chili di marijuana parte dei quali in fase di essicazione. Gli agenti hanno anche riscontrato la presenza di impianti di illuminazione, areazione e irrigazioni identici a quelli di presenti in via Salerno. Anche questo alloggio, sempre di proprietà di un cittadino cinese, era dotato di impianto di videosorveglianza con trasmissione delle immagini tramite WI-FI. Anche in questo caso, il proprietario dell’alloggio ha riferito agli inquirenti di aver dato in locazione l’immobile a un suo connazionale.

Proseguono le indagini da parte della Squadra Mobile.

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube