Home / In evidenza / Torino, il prete non riesce a pagare le bollette: celebrazione del Natale al freddo
previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

Torino, il prete non riesce a pagare le bollette: celebrazione del Natale al freddo

Don Piero Massaglia, sacerdote di una chiesa in provincia di Asti, ammette che così non riesce più ad andare avanti: “Ho difficoltà a mettere gasolio nella mia auto. Ho uno stipendio di appena mille euro e le poche offerte non riescono a coprire le spese, anche perché qui, i fedeli rappresentano una minoranza”.

Il Natale è stato festeggiato al freddo, il contatore è stato chiuso a causa di un debito di circa 6mila euro. Inoltre la chiesa, ricostruita dopo un incendio tra 1631 e il 1636, è in pessime condizioni: l’altare si frantuma e va peggiorando ogni giorno che passa e vi sono cavi elettrici a vista che non seguono le norme di sicurezza. Questa situazione sta impedendo lo svolgimento delle regolari funzioni del sabato e della domenica.

previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

Il sacerdote ha lanciato un appello ai privati: “Chiedo che qualcuno ci aiuti. Servirebbe l’intervento di un benefattore, perché la chiesa ha bisogno di un restauro. Qualcuno salvi il patrimonio religioso e culturale di questa piccola comunità”.

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube