Home / In evidenza / Torino: aveva 18 smartphone nel borsone e spinge un blocco di pietra contro gli agenti

Torino: aveva 18 smartphone nel borsone e spinge un blocco di pietra contro gli agenti

Arrestato trentanovenne nigeriano Nel pomeriggio di mercoledì scorso, personale della Squadra Volanti nota un soggetto stazionare di fronte l’ingresso del Carrefour di via Genova.
Alla vista della pattuglia, l’uomo, cittadino nigeriano di 39 anni, si dilegua rapidamente nei parcheggi del supermercato. Una volta raggiunto, gli agenti lo invitano ad esibire un documento.

Il trentanovenne si rifiuta e continua a camminare, preleva un grosso blocco di pietra da un cespuglio e lo spinge in direzione degli operatori come nel tentativo di lanciarglielo contro. Dopo alcuni istanti i poliziotti bloccano il cittadino nigeriano e lo perquisiscono. All’interno di un borsone portato al seguito vengono ritrovati 18 telefoni cellulari ed una macchina fotografica, verosimilmente provento di furto. Il trentanovenne, risultato irregolare sul territorio nazionale, è stato fermato per resistenza a P.U. e denunciato per ricettazione ed inottemperanza alle vigenti normative del DPCM.