Home / In evidenza / Torino: a passeggio con 18 mila euro nelle mutande. “Arrestato per fatti legati allo spaccio”
previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

Torino: a passeggio con 18 mila euro nelle mutande. “Arrestato per fatti legati allo spaccio”

Un arresto ed una denuncia della Polizia di Stato per violazione della legge sugli stupefacenti
Sono stati fermati per un controllo lo scorso giovedì mattina in via Nizza, all’altezza di Corso Dante. I due, un trentanovenne ed un venticinquenne italiani, entrambi con precedenti per spaccio, erano in atteggiamento sospetto ed alla vista della pattuglia della Squadra Volante hanno cercato di dileguarsi a passo svelto. Sono stati, però, fermati e sottoposti  a perquisizione personale alla ricerca di armi: con grande sorpresa degli operatori,  il venticinquenne portava negli slip un involucro in sottovuoto contenente una cifra ingente, 18  mila euro.

A questo punto, scattano le perquisizioni domiciliari nei confronti di entrambi, con l’aiuto anche dell’unità cinofila. La prima abitazione ad essere controllata è quella del trentanovenne, che vive a poche centinaia di metri dal luogo del fermo. I poliziotti trovano, nascosti nel guardaroba e in alcuni cassetti della scrivania, dei barattoli in vetro contenenti sostanza vegetale essiccata: si tratta di marijuana, una sessantina di grammi circa.

previous arrow
next arrow
Slider
NUOVI TOUR GIUGNO 2020
previous arrow
next arrow
Slider

Poi è la volta del venticinquenne. Il ragazzo, che vive da solo, ha in casa alcuni sacchetti e barattoli contenenti 170 grammi  della stessa sostanza, oltre ad un bilancino di precisione. Tra i suoi effetti personali, altro denaro, circa 800 €, anch’esso di  probabile provenienza illecita considerato che lui non svolge alcuna attività lavorativa da oltre 2 anni ed è l’unico titolare del contratto di locazione del suo appartamento. Per lui scattano le manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il trentanovenne verrà, invece, denunciato per lo stesso reato.

immagine repertorio web

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube