Home / In evidenza / Piazza Carducci: Vuole pagare la birra di meno, al rifiuto del negoziante gli scaglia un pugno
locandine mercatino mostra del giocattolo 2020.cdr
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
banner Viva Torino 300x250
previous arrow
next arrow
locandine mercatino mostra del giocattolo 2020.cdr
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
previous arrow
next arrow

Piazza Carducci: Vuole pagare la birra di meno, al rifiuto del negoziante gli scaglia un pugno

Arrestato dagli agenti della Squadra Volante L’esercente era stato costretto a chiudere la serranda e solo l’intervento della Polizia a gli ha permesso di riaprirla e “liberarsi” dal suo molestatore.

Prima dell’arrivo degli agenti della Squadra Volante, un quarantasettenne cittadino rumeno; gravata da diversi precedenti di polizia, entra in un minimarket di Piazza Carducci per comprare una bottiglia di birra. Lo straniero prende la birra dal frigo e pretende di pagarla meno del suo costo; per questo lascia un 1 euro e si allontana. Il negoziante lo segue per far integrare all’uomo il dovuto ovvero i 20 centesimi mancanti e non riuscendoci recupera la bottiglia. Di tutta risposta, il quarantasettenne lo colpisce con un pugno al petto. Il negoziante a questo punto si rifugia nel suo minimarket

locandine mercatino mostra del giocattolo 2020.cdr
banner-pubblicità-grande
Torino Sotterranea Vivatorino 800x480
banner Viva Torino 800x480
Banner2_animaz
Slide
previous arrow
next arrow
locandine mercatino mostra del giocattolo 2020.cdr
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
banner Viva Torino 300x250
previous arrow
next arrow

All’arrivo degli agenti, lo straniero, in stato di alterazione psico-fisica, prosegue nel suo atteggiamento continuando ad inveire e insistendo nel voler entrare nell’esercizio per prendere la sua birra. In questa fase, minaccia esercente e poliziotti, tanto che questi ultimi lo arrestano per tentata rapina, violenza e minacce a P.U. e lo denunciano anche per non aver voluto fornire le generalità.

immagine archivio web

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube