Home / In evidenza / C’è la data! Le “sardine” saranno in piazza Castello il dieci di dicembre.
previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

C’è la data! Le “sardine” saranno in piazza Castello il dieci di dicembre.

Le sardine torinesi si danno appuntamento martedì 10 dicembre alle 19 in piazza Castello. Sembra che la data sia davvero ufficiale, come spiega Paolo Ranzani (uno degli amministratori del gruppo facebook sardine di torino) dopo l’incontro in questura nel quale sono stati definiti tutti i particolari e i dettagli dell’evento. La capienza della piazza è di massimo 40.000 persone e la data scelta non è a caso poichè in quella giornata il leader della Lega Matteo Salvini dovrebbe essere a Torino in tribunale. Dopo Bologna e Modena le cosiddette “sardine” prendono il largo e si diffondono in tutta Italia, arrivando fino al capoluogo piemontese.

Si tratta di un’iniziativa che si definisce “apartitica” e che ha come simbolo la sardina, un pesce definitivo “povero”. È nata durante il tour elettorale di Matteo Salvini in Emilia Romagna, che ha accolto il leader della Lega a Bologna con un flash mob di 15 mila persone con gli ombrelli aperti. Sono stati quattro trentenni a lanciare la protesta, che successivamente hanno raccolto l’adesione di 7 mila persone in piazza Maggiore a Modena a fare “le sardine” contro la Lega.

previous arrow
next arrow
Slider
NUOVI TOUR GIUGNO 2020
previous arrow
next arrow
Slider

Il movimento si sta moltiplicando a vista d’occhio e vede riempirsi le piazze per opporsi anche alle politiche di Matteo Salvini e alla sua retorica. I commenti più comuni parlano di un movimento spontaneo nato per dire no “alla politica dell’odio e al populismo”. Non accade solo in Emilia, dove si voterà il 26 gennaio per le regionali, ma in tutto il Paese dello stivale, da Torino a Bari.

La prossima protesta prevista si terrà a Milano in piazza del Duomo l’1 dicembre, ma anche la città della Mole si sta organizzando. Attualmente è nato solo un gruppo chiuso su Facebook che si definisce “apartitico e senza bandiere”, che si chiama “6000 sardine a Torino“. In meno di un giorno ha raccolto più di 16 mila adesioni, tra cui alcuni consiglieri comunali del Pd e del M5S, e continua a crescere, ma non c’è ancora una data precisa per l’evento.

di Giulia Lopopolo

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube