Home / In evidenza / In occasione di Artissima 2021 lo store ASPESI di Torino ospita “Branco”, un’installazione di Paolo Grassino in collaborazione con davidepaludetto|artecontemporanea.
VAN_GOGH_300_250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
comics natale 21 300x250
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
banner Viva Torino 300x250
previous arrow
next arrow
VAN_GOGH_300_250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
comics natale 21 300x250
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
banner Viva Torino 300x250
previous arrow
next arrow

In occasione di Artissima 2021 lo store ASPESI di Torino ospita “Branco”, un’installazione di Paolo Grassino in collaborazione con davidepaludetto|artecontemporanea.

FREEDOM TO CREATE 

Torino, 2 novembre 2021 – L’approccio non convenzionale e innovativo di ASPESI si manifesta anche nelle collaborazioni artistiche che il marchio porta avanti stagione dopo stagione. All’attenta ricerca stilistica si aggiunge  così un altro elemento fondamentale nella storia del marchio: l’amore per l’arte nelle sue più svariate e ampie  sfaccettature creative. Dalle campagne realizzate con fotografi di fama internazionale a progetti dallo spirito  giocoso, ironico e controcorrente, fino ad arrivare agli incontri unici con grandi artisti contemporanei. L’arte rimane  così uno dei mondi valoriali di riferimento del brand insieme all’architettura: gli store sono da sempre caratterizzati  da arredi di ricerca e costantemente animati da progetti speciali legati alla creatività e al design. Ancora oggi il  percorso di ASPESI rimane fedele alla sua affinità, costruendo progetti legati all’arte in tutte le sue forme. 

VAN_GOGH_800x480
Wharol banner 800 x480
Template Grande formato
comics natale 21 800x480
banner-pubblicità-grande
Torino Sotterranea Vivatorino 800x480
banner Viva Torino 800x480
Banner2_animaz
previous arrow
next arrow
VAN_GOGH_300_250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
comics natale 21 300x250
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
banner Viva Torino 300x250
previous arrow
next arrow

In occasione di Artissima 2021 ASPESI ribadisce il proprio legame con importanti sinergie e contaminazioni  artistiche, ospitando dal 3 al 14 novembre 2021 BRANCO una speciale installazione di Paolo Grassino, scultore  contemporaneo torinese, all’interno dello store di Galleria San Federico 46. Il progetto è a cura di Davide Paludetto.  

PAOLO GRASSINO 

Tutte le opere di Paolo Grassino sono enigmatiche. Creature, corpi umani, oggetti, animali, forme organiche, tutte  espressioni apparentemente ferme, fisse, appese nel loro mondo drammatico e cupo, che in realtà celano al loro  interno una forza, un’energia, un movimento dinamico che si impone nello spazio, occupando interamente la  scena. Le opere suscitano nell’osservatore un misto fra disagio e curiosità spingendolo a chiedere il permesso 

per entrare nel loro mondo. Nel confronto diretto con una moltitudine di materiali, la cui malleabilità e adattabilità  dà vita a figure deformi e fragili, si generano stati d’animo densi, in contrasto tra loro, che diventano protagonisti  di un viaggio verso un microcosmo fatto di sconforto, angoscia, frustrazione nell’incapacità di afferrare  l’inafferrabile e atmosfere psichedeliche. L’immersione nel mondo artistico di Paolo Grassino attiva  immaginazione, presentimenti e sensazioni che conferiscono alle figure significati altri, formando storie che  vengono tramandate oltre ad associazioni concettuali e visive profonde. Nasce l’Altro. Nasce un essere polimorfo,  fatto di un’essenza che si adatta a colui che si confronta con esso. Nei suoi soggetti si percepisce un’incessante  ricerca dell’esistenza fornendo, attraverso la sua arte cupa e distopica, la sua visione delle condizioni di vita nella  società attuale. L’obiettivo dell’artista non è solo quello di raccontare storie, è quello di costruire un ponte tra lui e  il pubblico attraverso un mondo distopico, che non si discosta di molto dalla vita reale, e lo fa inserendo elementi  disturbanti che accompagnano e addirittura attraversano i corpi dei suoi soggetti. Vuole generare dubbi, intavolare  dibattiti, accendere micce. Vuole il caos.  

L’arte di Paolo Grassino non è limitata al mostrarsi, anzi: paradossalmente desidera il buio, il celato. Un ardore  misto a paura di lasciare la propria comfort zone. Come Branco. 

ALBERTO ASPESI & C. S.p.A. – società unipersonale 

sede legale: Corso Venezia n. 14 – 20121 MILANO – stabilimento e uffici amministrativi: Via S. Quasimodo n. 55 – 20025 LEGNANO  P.IVA e C.F.: 02683610139 – 🕿 +39 331-526.411 FAX: +39 331-526.438 

capitale sociale € 31.500.000,00 registro imprese MI n.02683610139 – v.a.t. code IT 02683610139 – r.e.a. MIn. 1874261 e-mail: info@aspesi.it – www.aspesi.it 

BRANCO 

Branco non è una semplice opera d’arte. È uno status quo. Una presenza immobile ma viva, che genera  sensazioni ed emozioni. Un insieme di anime desolate che la vita non ha risparmiato. Cani che sembrano nati da  una colata lavica fanno gruppo e si prostrano dinanzi a ciò di cui la società è fatta: individui, relazioni, legami,  emozioni, affetti. Appaiono come disorientati, come se fossero giunti sulla Terra da un altro pianeta, e scrutano il  ‘nuovo’ con diffidenza. Ma lo spazio su cui poggiano diventa subito la loro casa, e come guardiani iniziano la loro  missione di protezione e difesa.  

In quest’opera, come in altre, i soggetti principali non sono solo i corpi fisici, ma anche il rapporto che le figure  instaurano tra loro e con il pubblico. Tra questi, forse il più intenso, quello tra la natura e l’uomo, un incontro con  una storia di tanti anni alle spalle. Una relazione difficile, forte, contrastante, un odi et amo in cui le parti si cercano  e poi si scontrano in una costante contraddizione. È ciò che succede, in questo caso, tra i cani e i visitatori che,  una volta varcata la soglia del loro habitat, si sentono come accerchiati e circondati da tanti musi dagli occhi cavati  che, dispersi nello spazio, fissano e decidono se accogliere o respingere. Ma esiste anche un altro tipo di rapporto,  una rete fitta di legami, di collaborazione, che crea un sistema tra i singoli. Molti dei lavori di Grassino, come  questo, sono gruppi di corpi in sintonia tra loro, che insieme si installano in uno spazio, insieme lo guidano, lo  comandano, e insieme lo occupano. Non esistono gerarchie, ogni figura sosta sullo stesso piano di tutte le altre.  Né sopra. Né sotto. Ma accanto. Tra i cani del branco c’è forte intesa, complicità, e questa sensazione spaventa  chi non fa parte del gruppo perché si trova di fronte a un’unica, imponente personalità. Eppure, nonostante  l’inquietudine, i corpi, fatti di alluminio fuso, fissano e osservano anch’essi incuriositi lo straniero nel loro spazio  vitale invitandolo, infine, ad entrare e a condividere storie e legami nuovi, anche se per un tempo limitato. 

ASPESI PROTAGONISTA DI ARTAFFAIRS 

Venerdì 5 novembre alle 16:30, presso il meeting point di Artissima, Simona Clemenza – CEO ASPESI, parteciperà al ciclo di talk “ArtAffairs: Arte e Moda – visioni contemporanee”. All’incontro, curato da Nicola Zanella, firma de  IlSole24Ore e moderato da Mariuccia Casadio – Vogue Italia, parteciperanno anche Elisabetta Tangorra – Senior  Vice President Karla Otto Milan e Massimo Giorgetti – Direttore Creativo MSGM. 

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube