Home / In evidenza / E’ di Torino il primo “SAKE” italiano, presentato con un menu’ stellato
previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

E’ di Torino il primo “SAKE” italiano, presentato con un menu’ stellato

Grazie al progetto “Terra Vicina” nato nel 2018 dal ristorante stellato “Casa Vicina” è stato presentato accostato ad un menu’ di alta cucina il primo “sake” italiano (creato interamente con materie prime piemontesi) .
Un sogno nato sotto la Mole e sviluppato da un’idea nata quasi per caso durante una telefonata tra Gabriele Conte (de “Gli Aironi” produttori di riso da 5 generazioni) e Davide Pinto (titolare di Affini, noto cocktail bar in Torino famoso per le tapas gourmet). Con il tempo si è capito che quell’idea astratta poteva divenire qualcosa di concreto e grazie alle eccellenze che il Piemonte sa donare, lo studio del sake e della millenaria cultura nipponica è nato NERO il primo sake italiano prodotto dall’azienda InFermento.

NERO “sake di Vercelli”

Nella serata del 21 novembre 2019 nei locali del prestigioso ristorante stellato Casa Vicina che si trova all’interno di Eataly Lingotto lo Chef Claudio Vicina (4′ generazione, una stella Michelin) ha proposto un menu’ che attraverso il progetto terra vicina ha reso protagonista l’incontro tra il riso nero vercellese de “gliAironi” e le sperimentazioni della mixology torinese di Affini ed EvHo.

previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

La serata partita con l’aperitivo servito con sake in purezza, si è poi sviluppata in un crescendo di differenti esperienze sensoriali. Nel menù degustazione creato dallo Chef Claudio Vicina il bar tender Michele Marzella di Affini ha presentato un proprio cocktail abbinato a ciascuna portata servita.

Questa serata rappresenta un momento importante di creatività e stimolo per la ricerca di nuove combinazioni aromatiche. Da un lato vi è la sfida di ideare un menù che metta a valore il prodotto sake (abbinato a finger food preparati con farine di riso bianco e nero) e dall’altro quello di elaborare una nuova versione di risotto utilizzando la varietà affumicato (lavorando sull’affumicatura, l’acidità del sugo d’arrosto e sulla grassezza della lingua e a completamento del piatto le sfere di NERO). Un’ulteriore sfida interessante e la definizione di una linea guida di sapori che possano sposarsi con la bevanda cocktail in un giusto abbinamento e non in prevaricazione di un gusto sull’altro. Questo passaggio è stato sviluppato grazie alla collaborazione con Michele Marzella, bartender di Affini, che ha studiato proposte originali e uniche.” commenta lo Chef stellato Claudio Vicina del ristorante Casa Vicina. Ci ha colpito la semplicità con cui comunica la sua visione di cucina e l’importanza per la famiglia. Un bel fiocco azzurro per la nascita di un bimbo accoglie il pubblico.

Lo Chef stellato Claudio Vicina racconta il menu’ della serata

Nero è nato e si è sviluppato attraverso un insieme di miscelazioni e contaminazioni: di culture, di idee imprenditoriali, di prodotti e di territori.” Ha spiegato Gabriele Conte de gliAironi “L’incontro con la cucina stellata del ristorante Casa Vicina è un’ulteriore prestigiosa opportunità per raccontare il nostro prodotto e per mostrarne la grande versatilità. Nero si può tranquillamente assaporare in purezza, ma può essere un ingrediente pregiato per la creazione di cocktail inediti e creativi e un intrigante accompagnamento per piatti di alto livello”. Di Claudio abbiamo apprezzato la capacità di raccontarsi, e la sua grande cultura agroalimentare della materia prima e di come si produce.

Gabriele Conte di “Gli Aironi” racconta Nero, primo sake italiano

Accompagnare i piatti dei fratelli Vicina con il Sake Nero è stata una sfida che ci ha subito conquistati.” – Hanno spiegato Davide Pinto e Michele Marzella di Affini – “Il food pairing è un’arte complessa e affascinante e, come tale, deve certamente sottostare a delle regole ma, nello stesso tempo, ha bisogno di creatività e di un filo di follia. Abbiamo voluto lavorare su cocktail differenti per ogni piatto, alcuni dei quali inediti. Cocktail in grado di accompagnare in un itinerario di gusti i magnifici piatti studiati dai Vicina, di esaltarli, senza mai prevaricarli e senza essere prevaricati”. Davide è un torinese innamorato della sua città, conosce fatti storie e particolari che spaziano dai primi del 900′ ad oggi. Il suo modo di essere imprenditore è visionario dove la qualità e la ricerca occupano i vertici in una scala ideale di valori che puntano alla piena soddisfazione del cliente.

Davide Pinto di Affini racconta Nero, primo sake italiano

PER SAPERNE DI PIU’

GLIAIRONI

gliAironida cinque generazioni dedica la propria esistenza al miglioramento delle condizioni colturali nelle Grange vercellesi. Cuore della nostra produzione è il riso Carnaroli di cui selezioniamo le migliori partite nella ricerca dell’eccellenza.Una ricerca costante della perfezione, dovuta anche alla presenza in azienda del tecnologo alimentare Michele Perinotti, ha consentito che i più rinomati Chef internazionali abbiano scelto il riso gliAironi riconoscendovi una personalità straordinaria in cucina: non a caso il riso Carnaroli viene prodotto anche per Jamie Oliver. Recentemente gliAironi ha lanciato il marchio bio Le Grange ed è presente con tutta la propria gamma nei punti vendita EATALY. La distribuzione avviene attraverso il GruppoDAC per il canale ristorazione e la D&C per il canale dettaglio.

AFFINI

Nato da un’idea dell’imprenditore Davide Pinto e del barman Michele Marzella, AFFINI è oggi un brand del Gruppo Food&Drink e riunisce attualmente due insegne di somministrazione con chiara vocazione per il foodpairing: Affini-Rivendita1, tapas bar e ristorante in San Salvario, e Affini-Rivendita 2 a Porta Palazzo naturale prosecuzione del primo esercizio, che ha aperto i battenti lo scorso maggio 2019 in Piazza della Repubblica. Executive Chef è Nicola Tealdi, mentre l’area mixology è affidata al bar manager Michele Marzella, di Affini Rivendita1 e Affini Rivendita2. Del gruppo Food&Drink fanno parte anche i brand: Vermouth Anselmo, Taggiasco Gin, Hempatico e Nero Sake.

RISTORANTE CASA VICINA

Il Ristorante Casa Vicina, una stella Michelin e fiore all’occhiello di Eataly Torino Lingotto, racchiude in sé ben 117 anni di storia all’insegna di una continua ricerca dell’eccellenza che unisca tradizione e innovazione. Gli attuali titolari sono Stefano Vicina, Claudio Vicina e sua moglie Anna Mastroianni. Da qualche anno inoltre, sono entrate a far parte del team anche le figlie di Claudio e Anna. Laura e Silvia sono infatti l’ultima di ben 5 generazioni della Famiglia Vicina, che si dedica da sempre con passione all’arte della ristorazione. Tra i riconoscimenti ottenuti nel corso degli anni, oltre alla stella Michelin, il ristorante Casa Vicina ha ottenuto 2 forchette nella guida Gambero Rosso, 2 cappelli per L’Espresso e 3 forchette in quella Michelin.

www.casavicina.comcasavicina@gmail.com – Facebook: @casavicina – Instagram: casavicina

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube