Home / Senza categoria / Notizie dal mondo: addio all’uomo più vecchio della Terra, nato all’inizio del XX secolo e sopravvissuto all’Olocausto
Banner Palazzo Barolo 300x250
BRANDUARDIbanner_300x250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
Banner Palazzo Reale 300x250
previous arrow
next arrow
Banner Palazzo Barolo 300x250
BRANDUARDIbanner_300x250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
Banner Palazzo Reale 300x250
previous arrow
next arrow

Notizie dal mondo: addio all’uomo più vecchio della Terra, nato all’inizio del XX secolo e sopravvissuto all’Olocausto

A poco più di un mese prima di compiere gli anni, l’israeliano Yisrael Kristal, considerato e premiato anche in tal senso dal “Guinness World Records”, per essere stato l’uomo più vecchio del mondo ancora in vita, nonostante sia riuscito a superare le avversità dell’Olocausto e le due Guerre Mondiali di metà ‘900, non ce l’ha più fatta e si è spento all’età di 113 anni. Attualmente, sappiamo che, l’essere umano più in là con gli anni è una donna, ovvero la giamaicana Viole Brown, che ora ha 117 anni.



Yisrael Kristal, al momento della sua premiazione del “Guinness World Records”

LA STORIA DELL’ULTRACENTENARIO

Banner 800x480 Palazzo Barolo
BRANDUARDI banner_800x480
Wharol banner 800 x480
Template Grande formato
banner-pubblicità-grande
Torino Sotterranea Vivatorino 800x480
Banner 800x480 Palazzo Reale
previous arrow
next arrow
Banner Palazzo Barolo 300x250
BRANDUARDIbanner_300x250
Wharol banner 300x250
Template Grande formato
Torino Magica Vivatorino 300x250
spazio libero-banner 300 x 250
Banner Palazzo Reale 300x250
previous arrow
next arrow

Persi prima i suoi due genitori durante la Prima Guerra Mondiale, Yisrael vide morire poi anche i suoi due figli e poco dopo anche sua moglie, nel corso della Seconda Guerra Mondiale, ma lui riuscì a sopravvivere.

Creatosi una nuova famiglia, una volta risposatosi e avuto un nuovo figlio, si trasferì in Israele, dove aprì una pasticceria in cui lavorò fino alla pensione.

In un’intervista rilasciata al suo Paese, racconta: “Nonostante tutto quello che ho vissuto e la perdita di tutta la famiglia nell’Olocausto, sono sempre stato ottimista e ho sempre trovato in tutto il lato positivo”.



Ricordiamo infine che, Yisrael Kristal, nato il 15 settembre 1903 nel villaggio di Zarnow, a circa 150 chilometri a sud ovest di Varsavia, è morto venerdì pomeriggio, 11 agosto 2017, ad Haifa in Israele.

Servizio a cura di Antonello Preteroti

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube