Home / In evidenza / Corso Palermo: furto di 30.000 euro da tre unità immobiliari abusive. Denunciato egiziano
previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

Corso Palermo: furto di 30.000 euro da tre unità immobiliari abusive. Denunciato egiziano

Nella mattinata di ieri il personale del Reparto Abusivismo Edilizio della Polizia Municipale ha effettuato un controllo mirato alla verifica della regolarità di un consumo energetico all’interno di tre unità immobiliari ubicate in corso Palermo. Dal sopralluogo, al quale ha partecipato anche il personale della Società IRETI, è emerso che le unità immobiliari, nonostante non vi fosse nessun contratto di fornitura di energia elettrica attivo intestato all’affittuario, erano comunque dotate di corrente elettrica.

Il contatore risultava cessato dal 2004 ma, grazie a una manomissione effettuata da mani esperte, era comunque funzionante risultando invisibile agli strumenti remoti del gestore.

previous arrow
next arrow
Slider
NUOVI TOUR GIUGNO 2020
previous arrow
next arrow
Slider

Inoltre è stato riscontrato un bypass per attingere corrente a monte del misuratore in quanto il contatore, avendo una potenza limitata a 3 Kw, era insufficiente a servire le tre unità immobiliari.

I tecnici di IRETI, dopo aver rimosso il contatore e i cavi di collegamento, hanno stimato che il valore economico dell’energia elettrica attinta illecitamente ammonta a circa 30.000 euro corrispondente alla somma degli oltre 50.000 kW di corrente prelevati indebitamente dopo il 2004.

Il sopralluogo di ieri è stata la conseguenza di precedenti controlli effettuati nel mese di luglio scorso dal Reparto Abusivismo della Polizia congiuntamente ai tecnici del Servizio Vigilanza Edilizia della Città durante i quali, nelle suddette tre unità immobiliari, era stato accertato un illecito cambio di destinazione d’uso da magazzino ad abitazione con realizzazione di opere edili interne, anche di tipo strutturale, in violazione agli art. 44 lett. b e art. 95 del DPR 380/01.

L’affittuario delle tre unità immobiliari, un uomo di anni 43 di nazionalità egiziana, è stato pertanto indagato per il furto di energia elettrica ai sensi degli artt. 624 e 625 del Codice Penale e per le opere edili realizzate abusivamente.

Clicca e segui VivaTorino su  YouTube