Home / coronavirus / Coronavirus: Il pagamento del bollo auto sospeso fino a giugno
Offerta
Echo Dot (3ª generazione) - Altoparlante intelligente con integrazione Alexa
Il nostro altoparlante intelligente più venduto, controlla la musica con la tua voce, audio più ricco e potente
Offerta
Sapone liquido disinfettante ed antibatterico
disinfettante e rinfrescante, formulato con clorexidina e olio essenziale di tea tree oil. Lava delicatamente proteggendo e purificando la pelle contro germi e impurità. Indicato anche per le pelli delicate
Offerta
50 mascherine usa e getta
Tre strati di protezione, Strato di microfiltrazione elettrostatica soffiato a fusione, filtrazione efficiente, isolamento di particelle fini da polvere, goccioline, ecc., Tasso di protezione del 90% -95%

Coronavirus: Il pagamento del bollo auto sospeso fino a giugno

Sospeso fino al mese di giugno il pagamento del bollo auto dovuto dagli automobilisti piemontesi alla Regione.Una delibera approvata dalla Giunta su proposta dell’assessore al Bilancio e Tributi, Andrea Tronzano, stabilisce che:

– sia ammesso senza applicazione di sanzioni, interessi e oneri aggiuntivi di qualsiasi specie e natura il pagamento entro il 30 giugno 2020 delle tasse automobilistiche dovute nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020, fermo restando che non si provvede al rimborso di quanto già versato;
– i contribuenti che hanno in corso un piano di rateizzazione posticipino il pagamento delle rate con scadenza nei mesi di marzo, aprile e maggio al ventottesimo giorno dei tre mesi successivi all’ultima scadenza prevista;

SFILATE DI CARNEVALE 2020
previous arrow
next arrow
Slider
EVENTI CARNEVALE
previous arrow
next arrow
Slider

– siano sospesi fino al 31 maggio 2020 i termini di versamento derivanti da ingiunzioni di pagamento emesse da Soris S.p.A e le attività aventi rilevanza esterna di liquidazione, controllo, accertamento, riscossione e contenzioso dei tributi regionali.

“La decisione – annota l’assessore Tronzano – è stata assunta per due ragioni: far restare le persone a casa e dare una iniezione di liquidità lasciando questi soldi in tasca ai cittadini. Stiamo valutando ulteriori azioni di sgravio sui tributi di competenza regionale”.