Home / In evidenza / coronavirus: “Dobbiamo prepararci a passare forse i due mesi più complicati dell’Italia dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale”
previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

coronavirus: “Dobbiamo prepararci a passare forse i due mesi più complicati dell’Italia dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale”

“Dobbiamo concertare una strategia complessiva di stato per cercare di limitare il contagio” Le parole del Dott. Giovanni Di Perri, virologo dell’Amedeo Di Savoia di Torino .

Il professore intervistato pubblicata sul canale youtube Alanews da un’analisi scientifica sulla situazione ad oggi del propagarsi del virus e alcune visioni di come nelle prossime settimane e nei prossimi mesi si possa evolvere la situazione della diffusione del Covid-19.

previous arrow
next arrow
Slider
NUOVI TOUR GIUGNO 2020
previous arrow
next arrow
Slider

Sul virus in particolare il Dott. Di Perri specifica che è molto contagioso e non bisognerà abbassare la guardia per molti mesi.

CHI E’ GIOVANNI DI PERRI?

Sintesi del Curriculum Vitae del Prof. Giovanni Di Perri
Nato a Siena il 4/6/1958

  • Laureato in Medicina e Chirurgia nell’anno accademico 1982-83 presso l’Università degli Studi di Siena con la votazione di 110/110 e lode come allievo dell’Istituto di Clinica Medica Generale e Terapia Medica (Dir. Prof. Angelo Caniggia)
  • Iscritto alla Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive negli anni 1984-88, allievo interno negli stessi anni della Clinica di Malattie Infettive diretta dal Prof. Elio Guido Rondanelli, vincitore di Borsa di Studio Universitaria a copertura dei 4 anni di Corso di Specializzazione in Malattie Infettive
  • Research Fellow presso la London School of Hygiene and Tropical Medicine (LSH&TM) negli anni 1986 e 1987
  • Diploma in Tropical Medicine and Hygiene (DTM&H) presso il Royal College of Physicians of London nella sessione del mese di Giugno 1987
  • Specializzazione in Malattie Infettive con 50/50 e lode presso l’Università degli Studi di Pavia nel Luglio 1988
  • Corso di Dottorato di Ricerca in Medicina Interna negli anni 1988-91
    Certificate of Competence in Malariology (WHO — Tailandia, Gennaio-Aprile 1989) e qualifica di Consulente Malariologo della WHO
  • Titolo di Dottore di Ricerca in Medicina Interna con esame finale sostenuto presso il MURST nel 1993
  • Vincitore di Concorso per Ricercatore Universitario nella disciplina F071 — Malattie Infettive nel Novembre 1991 e quindi Ricercatore Universitario Confermato presso l’Istituto di Immunologia e Malattie Infettive dell’Università degli Studi di Verona
  • Adviser della WHO per l’associazione fra Tubercolosi ed Infezione da HIV, estensione del ruolo di Consulente Malariologo della WHO all’area della Chemioterapia della Malaria (Steering Committee on Drugs for Malaria — CHEMAL)
  • Diplome de Mycobacteriologie Medicale (Institut Pasteur, Marzo-Giugno 1987)
  • Adviser della CEE per quanto concerne la ricerca clinica in tema di malaria Revisore delle rivista statunitense “Infection Control and Hospital Epidemiology” e “Clinical Infectious Diseases” e delle riviste europee “International Journal of Tuberculosis and Lung Disease”, “AIDS” ed “European Respiratory Journal”.
  • Vincitore del Concorso per Professore Associato nella disciplina F071 — Malattie Infettive nel 1998
  • Dal Marzo 1999 è Direttore della Clinica di Malattie Infettive dell’Università degli Studi di Torino
  • Vincitore del Concorso a Professore Ordinario nella disciplina F071 — Malattie Infettive nel Dicembre 1999 è chiamato in tale ruolo dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Torino nel 2000
    Dal 2000 è Direttore della Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive dell’Università degli Studi di Torino
  • Dal 2000 è Direttore del Dipartimento Clinico di Malattie Infettive dell’Università di Torino/ASL n. 3, Torino
    Fonte unito.it