Home / Cronaca / Torino, trasporti: obbligatorio anche per gli abbonati “timbrare” su bus e tram

Torino, trasporti: obbligatorio anche per gli abbonati “timbrare” su bus e tram

Parte oggi, lunedì 6 febbraio 2017, in forma provvisoria e, in seguito, a maggio in forma definitiva, l’iniziativa voluta dall’amministrazione comunale “Fai bip e salva la tua linea“; la quale consiste nel far “strisciare” a tutti (abbonati compresi) la tessera sulle macchinette presenti su ogni singolo tram e pullman, ogni volta che si sale sopra uno di essi, in modo tale da registrare di volta in volta e in formato continuo l’effettivo utilizzo di tutte le linee tranviarie coinvolte. Così, quando in un prossimo futuro si deciderà di accorpare o quantomeno di ridurre il passaggio di alcuni bus o tram, si terrà conto anche di questo.

A partire da lunedì 6 febbraio 2017, obbligo di “timbratura” su tram e bus anche per gli abbonati

Questa sorta di “cambiamento” sarebbe dovuto entrare in vigore già nel corso dell’autunno scorso, ma per ritardi vari, la scadenza è stata sempre posticipata, fino ad ora.

Il provvedimento in questione, oltre ad essere considerato come uno strumento utile per riorganizzare le linee e ottimizzare i passaggi di tram e bus, si pone come obiettivo quello di contrastare il cosiddetto fenomeno dei “portoghesi”, in quanto tutti, d’ora in poi, saranno obbligati a convalidare il proprio biglietto sui mezzi pubblici e chi non non lo farà sarà subito notato da tutti gli altri passeggeri presenti sul tram o bus di riferimento del momento.

Questo, era molto più difficile da verificarsi, invece, prima che questa proposta venisse messa in atto, perché gli evasori del biglietto di turno potevano benissimo mescolarsi tra tutti gli abbonati della GTT, i quali costituiscono la maggioranza delle persone che utilizzano il trasporto pubblico, ovvero l’80% di esse.

Per il momento non sono previste sanzioni per gli abbonati che saranno beccati a non obliterare il proprio biglietto e, a tal proposito, si è deciso di far partire una campagna di comunicazione sugli stessi mezzi pubblici, denominata “Allenati a bippare“, in modo tale da far conoscere, nel più breve tempo possibile, a tutti i cittadini torinesi (e non) le novità apportate a questo determinato servizio.

Inoltre, è stato realizzato il sito www.bipparevale.it, con tutte le informazioni utili per gli utenti. Qui sarà pubblicato e aggiornato sistematicamente un report sull’andamento della validazione suddiviso per linee. In questo modo tutti i cittadini potranno vedere quando vogliono quali linee risultano più o meno utilizzate in quali orari e quali sono stati i principali incrementi nelle rilevazioni.

Francesco Balocco, assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, sulla notizia in questione, si è espresso come segue:

“Stiamo lavorando anche per individuare un sistema di tariffazione nuovo per gli utenti abbonati, più solerti a “bippare”. Una sorta di “più uso e meno pago”: un premio per coloro che si abitueranno presto e bene alle nuove regole”.

La Assessora ai Trasporti della Città di Torino, Maria Lapietra, ha aggiunto che:

“Non ci sembra giusto parlare di sanzioni: l’abituarsi a validare l’abbonamento deve essere premiato. Pertanto ci pare sensato parlare di premi e non di multe”.

Servizio a cura di Antonello Preteroti