Home / Senza categoria / Rapine ad aree di servizio in autostrada Rapine in autostrada ad aree di servizio La Polizia di Stato arresta 3 persone a Torino

Rapine ad aree di servizio in autostrada Rapine in autostrada ad aree di servizio La Polizia di Stato arresta 3 persone a Torino

Rapine ad aree di servizio in autostrada

Rapine in autostrada ad aree di servizioLa Polizia di Stato arresta 3 persone a Torino

Questa notte, personale della Polizia di Stato – Compartimento della Polizia Stradale per il Piemonte e la Valle d’Aosta, Sottosezione Autostradale di Torino – è intervenuto nella tratta autostradale compresa fra lo svincolo di Santena e la barriera di Trofarello (A55 tangenziale Sud di Torino) a seguito della segnalazione di 2 rapine appena perpetrate in due aree di servizio (Monferrato Ovest sulla A26 e la “Crocetta Nord” sulla A21) ad opera di 3 cittadini italiani a bordo di una Ford Fiesta.

Gli agenti intercettavano l’autovettura ricercata nei pressi dello svincolo  di immissione autostradale di Santena e la seguivano riferendo costantemente la posizione alla COA nell’attesa dell’arrivo dei rinforzi, evitando di attivare i dispositivi di segnalazione acustici e visivi, mentre i fuggitivi proseguivano la marcia ad una velocità sostenuta percorrendo la tangenziale in direzione Milano/Aosta. Unitesi all’inseguimento altri 2 equipaggi della sottosezione, il personale di Polizia  intimava l’alt con i dispositivi di segnalazione luminosi e sonori ma l’auto non si fermava, anzi effettuava repentini spostamenti sulle corsie creando pericolo per gli utenti della strada e cercando di speronare le autovetture di servizio; i fuggitivi imboccavano contromano una rotonda di corso Romania, vendendo definitivamente bloccati nel territorio di Settimo Torinese. Il conducente ed il passeggero posteriore venivano fermati immediatamente: si tratta di S. A., 25 anni, residente a Strambino e M.T., 53 anni, residente ad Ivrea. All’interno dell’auto venivano rinvenuti e sequestrati una pistola, fedele riproduzione di una beretta 92FS, priva del tappo rosso, un coltello a serramanico con lama di 9 cm, e 2 calze nere per travisare il volto. Il terzo componente della banda, che scendendo dall’auto si dava alla fuga per i campi, veniva scovato nascosto fra i cespugli nel tentativo di sfuggire all’arresto: si tratta di G.E., 27 anni, residente ad Ivrea. A seguito dei controlli effettuati dagli operatori si ricostruiva quanto accaduto: i tre, a bordo della fiesta, autovettura di  provento furtivo, avevano perpetrato 2 rapine nelle aree di servizio sopra menzionate e cercato anche di forzare il gabbiotto del benzinaio di una terza, senza riuscirvi; il bottino della serata ammonta ad oltre 1200 euro; il denaro è stato recuperato e restituito ai legittimi proprietari.