Home / In evidenza / Piazza Teresa Noce – donna simbolo dell’8 marzo

Piazza Teresa Noce – donna simbolo dell’8 marzo

Tra pochi giorni sarà l’8 marzo e in questo mese verrà intitolata una piazza di Torino a una donna, Teresa Noce (Torino, 29 luglio 1900 – Bologna, 22 gennaio 1980), la cui vita si vuole ricordare per l’immenso contributo dato non solo alla nostra città ma al nostro paese.

Le iniziative che ricorderanno Teresa Noce questo mese sono due.

Il 7 marzo “Monumentale Dimenticanza” ore 10 – Piazza Carlo Emanuele II (piazza Carlina), evento che vuole sottolineare la carenza di vie e piazze dedicate alle donne. La performance sarà di 30 minuti ad opera di 4 attrici dell’Associazione ArTeMuDa che ai lati della statua di Cavour in piazza Carlo Emanuele II accoglieranno, in veste di statue, alcune scolaresche torinesi e si animeranno per raccontare la loro storia e il loro contributo alla cultura e alla società del nostro paese dialogando con Cavour che è riuscito ad ottenere una così bella statua a loro invece negata.

Venerdì 15 marzo 2019 rappresentazione dello spettacolo “Vivere in piedi”, ore 20.45 a Nichelino (TO) Centro Nicola Grosa – Via Galimberti 3, realizzato in collaborazione con la Città di Nichelino e la sezione ANPI “Concetto Campione” di Nichelino e inserito nella manifestazione “I giorni della memoria”. Lo spettacolo intende ridare memoria alla vita e al personaggio di Teresa Noce.

dal 22 al 24 marzo Torino centro e palazzo Birago
Tutti gli eventi PalaAlpitour
Biglietti per tutti gli spettacoli
ARBOR 15-16-17 marzo 2019 Artgallery37 (To)
FLUZ cena segni e disegni con Walter Eynard 22 marzo
previous arrow
next arrow
dal 22 al 24 marzo Torino centro e palazzo Birago
Tutti gli eventi PalaAlpitour
Biglietti per tutti gli spettacoli
FLUZ cena segni e disegni con Walter Eynard 22 marzo
ARBOR 15-16-17 marzo 2019 Artgallery37 (To)
previous arrow
next arrow
Slider
Teresa Noce

Piazza Teresa Noce sarà ricavata nell’area in cui sorgevano un tempo gli stabilimenti Incet, dove si producevano cavi elettrici. È una delle tante aree industriali della periferia di Torino, da tempo abbandonate. Quella dell’intitolazione della piazza è stata un’impresa piuttosto impegnativa: il Progetto “Via Teresa Noce” promosso grazie all’impegno dell’Associazione ArTeMuDa ha infine raggiunto i suoi due obbiettivi: realizzare lo spettacolo teatrale “Vivere in piedi” sulla vita di Teresa Noce e intitolare una piazza torinese a nome della partigiana e combattente torinese. Leggiamo sul sito di ArTeMuDa : La storia di Teresa Noce è la storia del Novecento. Delle lotte per i diritti delle lavoratrici, per la tutela della donna nel matrimonio, della maternità, della paritá di salario, dell’impegno politico e sociale. Teresa Noce non solo scrisse la nostra Costituzione, ma lavorò alacremente all’approvazione delle leggi che garantissero davvero quei diritti per tutte e per tutti. Teresa Noce fu partigiana, combattente, membro dell’Assemblea Costituente, parlamentare, segretaria di Partito, operaia e scrittrice. Donna del popolo e classe dirigente di questa nostra democrazia. Teresa Noce ha fatto la storia dell’Italia, partendo da Torino e qui vogliamo che resti, come guida e traccia per le nostre conquiste, passate e future” .

Il Progetto “Via Teresa Noce” portato avanti dall’Associazione ArTeMuDa ha visto la collaborazione dell’Associazione Toponomastica Femminile e il sostegno dell’ANPI Comitato Provinciale di Torino, CGIL, MAU-Museo d’Arte Urbana di Torino, Museo Diffuso della Resistenza, Polo del ‘900, Archivio Fotografico della resistenza, Circoscrizione 6 e del Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile.

Di Monica Catalano