Home / Notizie / La testimonianza della Sindaca Chiara Appendino, andata a Superga per omaggiare i Caduti del Grande Torino
previous arrow
next arrow

La testimonianza della Sindaca Chiara Appendino, andata a Superga per omaggiare i Caduti del Grande Torino

Anche la Sindaca Chiara Appendino oggi, 4 maggio 2017, è salita sulla collina torinese, andando fino alla Basilica di Superga, per porre il suo omaggio in memoria della tragedia, che coinvolse la squadra del Grande Torino il 4 maggio 1949.




Gli eroi sono sempre immortali agli occhi di chi in essi crede. E così i ragazzi crederanno che il Torino non è morto: è soltanto in trasferta, ricorda la Sindaca, citando Indro Montanelli, il quale aveva utilizzato proprio queste parole per ricordare questo avvenimento, in cui, 68 anni fa, persero la vita 31 persone, “tra cui i giocatori di una squadra che rimarrà per sempre un simbolo indelebile del calcio italiano” – continua l’Appendino che, questa mattina, insieme all’assessore allo Sport, Roberto Finardi, ha reso omaggio al Grande Torino.




Chiara Appendino ha anche tenuto ad aggiungere, inoltre, tutta la sua solidarietà ai tifosi del Torino Football Club per le vergognose scritte comparse sulla strada verso Superga nella notte scorsa. Un’offesa non solo per i tifosi granata, ma per tutti coloro che si riconoscono nei valori sportivi del rispetto e della solidarietà – ha dichiarato la Sindaca – Ci siamo immediatamente mossi per coprire quello scempio e ringrazio tutti gli uffici che in tempi brevissimi e con un intenso lavoro hanno portato a termine l’intervento.

previous arrow
next arrow

QUI un resoconto completo della tragedia accaduta il 4 maggio 1949.

Servizio a cura di Antonello Preteroti

Commenta su Facebook

previous arrow
next arrow