Home / Cronaca / Ivrea: a bordo di una Bmw rubata tentano la fuga con un carico straordinario

Ivrea: a bordo di una Bmw rubata tentano la fuga con un carico straordinario

La Polizia di Stato ha fermato uno degli autori

Avevano messo a segno diversi furti nel biellese, utilizzando lo stesso modus operandi. Infrangevano il vetro di porte finestre ed entravano nelle abitazioni sottraendo ingenti quantitativi di merce preziosa, dalle borse di marca ai monili in oro. Circa 8 chili di gioielli sono stati sequestrati dalla Polizia di Stato, un valore stimato di oltre 30000 euro.

Stavano agendo indisturbati, ma la scelta, sabato sera, di fuggire a bordo di una Bmw rubata con istallato un antifurto satellitare, collegato direttamente alla Centrale Operativa di un istituto di vigilanza dell’Aquila, ha posto fine alla loro azione criminosa.

Gli agenti del Commissariato di Ivrea, sulla strada statale 565, appena hanno individuato l’autovettura si sono posti al suo inseguimento. L’auto si stava dirigendo a folle velocità in direzione Castellamonte. I poliziotti, con i dispositivi di emergenza azionati e le vane richieste di alt, hanno imperterriti continuato a tallonare il veicolo che non esitava ad arrestare la sua corsa.

Alla rotonda di Colleretto Giacosa, il veicolo si è fermato e tre soggetti hanno abbandonato l’abitacolo, allontanandosi frettolosamente in direzioni opposte tra le boscaglie non illuminate. Gli operatori decidevano cosi di inseguire l’unico soggetto visibile. L’uomo, un cittadino albanese di 26 anni, durante la corsa ha lasciato cadere giubbotto, cellulare e un cacciavite, ma i poliziotti sono riusciti dopo poco a fermarlo nonostante i suoi invanì tentativi di resistenza.

Nelle tasche del ventiseienne solo un orecchino in oro, ma all’interno dell’auto rubata un carico straordinario: oltre 8 chili di monili in oro e una decina di borse delle grandi marche. Tutti gli oggetti sono stati debitamente sequestrati compresa una mazzuola rinvenuta sempre all’interno dell’autovettura.

Il cittadino albanese, con a carico numerosi pregiudizi penali per reati contro il patrimonio e la persona è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di zona per furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale.