Home / In evidenza / Il futuro della viabilità in borgata Campidoglio

Il futuro della viabilità in borgata Campidoglio

Il prossimo autunno la borgata Campidoglio, in particolare l’area tra via Balme, via Cibrario, corso Svizzera e corso Tassoni diventerà del tutto pedonale. E’ uno degli elementi sui quali si articola il progetto del Comune, illustrato oggi pomeriggio durante i lavori della Commissione Urbanistica, per migliorare la vivibilità di una zona della città dalle peculiarità ben definite; le vie strette e i pochi spazi per i parcheggi rendono difficoltosa la viabilità del quartiere.
La pedonalizzazione non è l’unica novità in vista nel futuro del borgo. Arriveranno le strisce blu e le strisce gialle per parcheggiare le auto; saranno posizionati dei nuovi cartelli stradali; delle fioriere poste a mo’ di dissuasori (come in via Garibaldi) disciplineranno i passaggi dei veicoli, pur garantendo i passaggi per le ambulanze e i vigili del fuoco.
Si accennava alle nuove delimitazioni dei parcheggi; entro l’estate, in via Balme e in via Netro, settanta strisce gialle indicheranno i nuovi stalli riservati ai residenti. Per un numero equivalente, nello stesso periodo delle posa delle strisce gialle, faranno la loro comparsa anche i parcheggi a pagamento delle strisce blu; quarantaquattro stalli a rotazione in corso Svizzera e trentadue, a lisca di pesce, in corso Tassoni. Inoltre è prevista una convenzione per l’uso di centodiciotto stalli della residenza sanitaria assistenziale Richelmy di via San Donato.
L’intervento, hanno spiegato i tecnici del Comune, costerà circa 60mila euro e si finanzia con le economie di spesa derivanti dai fondi residui della pedonalizzazione di via Monferrato.
Un plauso è giunto anche dalla Circoscrizione 4, favorevole all’intervento, dove il piano sarà presentato a breve in Consiglio di Circoscrizione.

Roberto Tartara cittAgorà

Commenta su Facebook