Home / ARCHIVIO EVENTI / Domenica 23 aprile 2017, “Emozioni Barocche”: la magia del Settecento al Castello di Agliè

Domenica 23 aprile 2017, “Emozioni Barocche”: la magia del Settecento al Castello di Agliè

Il Castello Ducale di Agliè, gioiello tra le residenze sabaude, torna al passato facendo rivivere i fasti dell’epoca sfarzosa ed elegante dei primi del Settecento.
Domenica 23 aprile 2017, i Giardini della splendida dimora si animeranno grazie a quadri viventi, i “tableaux vivant”, che con i loro abiti, le movenze e le danze daranno l’opportunità ai visitatori di poter assistere per un’intera giornata ai cerimoniali della vita di corte: nobiluomini, dame in splendidi abiti, popolani e cavalieri interpreteranno la quotidianità del tempo attraverso i banchetti, i giochi da tavolo e da giardino, i balli ed i duelli.
Il pubblico verrà trasportato lungo un vero e proprio viaggio nel tempo, rapito ed avvolto dalle atmosfere barocche dell’elegante residenza canavesana, scenario ideale della vita e delle abitudini del tempo. Un invito a corte in piena regola, “Emozioni Barocche” al Castello Ducale di Agliè.

I LUOGHI DI ELISA DI RIVOMBROSA

Villa Matilde & il Castello di Agliè, i luoghi della fiction che ha fatto tanto sognare, per chi desiderasse trascorrere un weekend da favola, il 22/23 aprile 2017, ci sono ancora alcune camere disponibili.
In alternativa, ci sono delle combinate, anche con alcuni B&B della zona. Trovate tutte le info QUI.

INGRESSO PER IL PUBBLICO

ADULTI
Ingresso ai Giardini: € 3 (gratuito per i possessori della Tessera Musei)
Ingresso evento Emozioni Barocche: € 15

BAMBINI 0/⁠6 ANNI
Ingresso ai Giardini: gratuito
Ingresso evento Emozioni Barocche: gratuito

RAGAZZI 7/⁠18 ANNI
Ingresso ai Giardini: gratuito
Ingresso evento Emozioni Barocche: € 10

 

 

PREZZO FAMIGLIA (escluso l’ingresso ai Giardini)

2 Adulti + 1 ragazzo 7/⁠18 anni: € 35 anziché 40
2 Adulti + 2 ragazzi 7/⁠18 anni: € 40 anziché 50

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a:

+39 0124 1980072

+39 340 6279370

info@emozionincanavese.it

Servizio a cura di Antonello Preteroti

Commenta su Facebook