Home / In evidenza / “Attaccati al tram!” I 5 percorsi piu’ belli e panoramici da fare con i mezzi pubblici

“Attaccati al tram!” I 5 percorsi piu’ belli e panoramici da fare con i mezzi pubblici

Negli ultimi tempi si è molto parlato della situazione dei trasporti pubblici a Torino, ritardi, disservizi e incidenti. Vorremmo parlare anche del lato buono del trasporto pubblico, mettere un apostrofo rosa tra le parole t’odio, cercando il bello e il buono anche nel trasporto pubblico.
Vi proponiamo 5 linee GTT che effettuano tra i più bei percorsi che si possano fare attraverso la città a borso di bus e tram, più o meno comodamente, seduti lato finestrino. Una vetrina privilegiata su Torino, sui viali, parchi, fiumi, colline, guardando la vita che scorre, pensando ai fatti propri, decomprimendo, ascoltando musica, vagando senza una meta precisa…

Linea 19

La linea 19
nel tratto che va da Corso Cadore a Porta Susa. Un bus elettrico di nuova acquisizione, pavimentato in toni chiari, silenzioso, percorre via Pietro Micca, l’elegantissimo Corso Vinzaglio, supera il colorato mercato di Porta Palazzo e costeggia la Dora. Percorre Lungo Dora Savona, Lungo Dora Firenze, Lungo Dora Siena, attraversa il fiume, costeggia il Parco della Colletta per poi arrivare in Corso Cadore, vicino al Po.
Un percorso bellissimo in tutte le stagioni, il caos colorato delle bancarelle di Porta Palazzo, la Dora con l’atmosfera vecchia Torino delle case di ringhiera, il nuovo Campus Einaudi progettato da Norman Foster e il rinato quartiere Docks Dora, ex zona di magazzini e fabbriche dismesse ora nuovo polo tutto da scoprire tra locali, ristoranti, associazioni, spazi culturali.

previous arrow
next arrow
Slider
via Cristoforo Colombo 41 (Crocetta -To) Sconti sul firmato fino al 70%
Tutti gli eventi PalaAlpitour
previous arrow
next arrow
Slider
Linea 16

La linea 16 nel tratto Corso XI Febbraio fino a Corso Duca degli Abruzzi.

Il tram su rotaie di vecchia produzione, con i sedili di legno rotondi collocati in fila indiana, attraversa un bel tratto di città. Il fatto che sia rumoroso non è solo un difetto, il fragore metallico copre il vociare e le suonerie dei cellulari, e il dondolio delle rotaie è perfetto per meditare. Lasciandosi alle spalle Porta Palazzo, il 16 sferragliante percorre tutto Corso San Maurizio verso la collina, poi in fondo al Corso, la vista si apre completamente davanti al fiume con collina che sembra venirti incontro, ma è solo un attimo. Il tram si infila in Vanchiglia e percorre Corso Cairoli verso il Parco del Valentino. Poi a sorpresa dal Parco taglia ancora verso il cuore della città e, attraversando il ponte di Corso Sommelier, arriva nell’elegante zona Crocetta con fermate comodissime per farsi un giro al mercato. Scendere.

Le linee Star 1 e Star 2
due piccoli bus elettrici quasi sempre mezzi vuoti sono gli unici mezzi che attraversano il centro della città in lungo e in largo. Non conoscono divieti di transito, entrano ed escono dalla ZTL trasportando il passeggero da Corso Valdocco nel cuore del Quadrilatero, attraversano Piazza San Carlo, incrociano Via Carlo Alberto, Via della Rocca, fino a Corso Cairoli. Linee adatte per brevi meditazioni perché sono velocissimi.

Planetario Torino museo dello spazio

Infine ciliegina sulla torta, giro fuori porta sulla collina di Torino con il bus nr. 30.
Parte da Piazza Vittorio, percorre il quartiere Vanchiglia e dopo aver attraversato il Po, lo costeggia per un bel tratto prima di cominciare a salire sulla collina di Reaglie, Pino Torinese fino a Chieri. Un percorso bellissimo in primavera e in autunno, magari da fare fuori dagli orari di punta degli studenti, anche solo per un tratto, fino alla fermata Osservatorio. Scendere e fare un giro a Infi.To il Museo della Scienza e dello Spazio, prendersi un caffè allo Star Coffe House e ritornare.  

Di Monica Catalano