Home / Notizie cultura / Al Museo Egizio di Torino, fortunato chi parla arabo

Al Museo Egizio di Torino, fortunato chi parla arabo

Tariffe agevolate al Museo Egizio di Torino, per chi parla arabo

Questa inusuale iniziativa, denominata appunto “Fortunato chi parla arabo”, come vi abbiamo già anticipato nel titolo di quest’articolo, è dedicata essnzialmente a tutte le persone di lingua araba, residenti nella Provincia di Torino. Essi dovrebbero essere in totale 33545 individui, di cui la maggior parte, ovvero 24114 persone, sono stanziate nel capoluogo.

Il direttore del Museo, Christian Greco, ci ha tenuto a spiegare come questo progetto non abbia tanto un fine commerciale, considerato anche il fatto che il Museo ha già di per sé un altissimo numero di visitatori, ma ha una valenza principalmente culturale, vale a dire che si pone come obiettivo una nuova forma di inclusione sociale. Al riguardo, il direttore Greco dice che, dato che Torino ha la fortuna di custodire una collezione molto importante, non ci possiamo dimenticare il Paese dal quale questa proviene.

Ricordiamo che a Torino e provincia vivono ad oggi 4700 egiziani e anche e soprattutto per loro, si è deciso di offrire una possibilità in più, per fare in modo che, chi non fosse a conoscenza della loro storia, delle loro tradizioni culturali o comunque volesse approfondirle, per motivi di “orgoglio” o semplicemente per avere un dialogo o un confronto costruttivo, possa tramite quest’iniziativa essere invogliato ancora di più a visitare il Museo, anche con “occhi diversi”, perché no…

Anche la presidente Evelina Christillin ha espresso la sua opinione in merito a quest’iniziativa: “Abbiamo sempre proposto testi di sala e audioguide in arabo, nel rispetto del Paese di provenienza della collezione, e da questa idea innovativa e apprezzata anche da altri musei europei è nato questo progetto. La presidente ha detto inoltre che: “C’è anche la prospettiva di rivolgerci ad altre etnie numericamente importanti sul nostro territorio”.

Dicendo queste parole, ci lascia intendere che, se quest’iniziativa avrà un riscontro positivo da parte delle persone che saranno coinvolte, potrebbe nuovamente ripetersi in futuro, anche con altre lingue e culture.

La diffusione del progetto è assicurata tramite i canali di comunicazione principali, per cui web, stampa e televisione. Ci si augura un ampio afflusso di visitatori.

Ricordiamo, infine, che la promozione è riservata ai visitatori di lingua araba (basta provarlo dimostrando un documento alle casse) e prevede l’acquisto di 2 biglietti al prezzo di uno a tariffa intera.

La promozione è valida fino al 31 Marzo 2017.

INFO su orari, prezzi, giorni di chiusura e via discorrendo, le potete trovare sul sito www.museoegizio.it

Servizio a cura di Antonello Preteroti