Home / In evidenza / A Cavallermaggiore la prima edizione della “Festa dei vicini”

A Cavallermaggiore la prima edizione della “Festa dei vicini”

La scorsa domenica, 9 giugno 2019, si è tenuta con grande successo a Cavallermaggiore, in provincia di Cuneo, la prima edizione della “Festa dei vicini”, organizzata dall’Associazione Pro-tetto migranti, che dal 2017 lavora autofinanziata sul territorio, e dal Comune.

Lo slogan era semplice: “A Cavallermaggiore, siamo tutti vicini di casa!”. Si tratta del più grande pic-nic all’aperto della provincia. Un’idea bella, fresca, divertente. Infatti, la via principale, via Roma, è stata invasa da tavoli, sedie e profumo di cibo, contando la partecipazione di una trentina di gruppi, che non si sono fatti scoraggiare nemmeno dalla pioggia. L’evento proponeva di “condividere l’allegria di una scampagnata nel centro della città” mangiando con il proprio vicino, conosciuto o sconosciuto, e offriva attività per tutta la giornata offerte da diverse realtà locali. Ad esempio, il truccabimbi a cura della Croce Rossa di Racconigi oppure le letture animate ad opera degli Amici della Biblioteca di Cavallermaggiore, o ancora il calcio balilla in libertà con l’Oratorio Mondo Insieme della città.

venerdì 14 giugno dalle ore 21:30 alle 23:00 piazza Castello (To)
venerdi 14 giungo 20:30 Museo Egizio di Torino
sabato 15 giungo dalle ore 21:30 alle 23:00 piazza Castello (To)
previous arrow
next arrow
Slider
venerdì 14 giugno dalle ore 21:30 alle 23:00 piazza Castello
Ristorante il Giardino tutti i martedi aperitivo con "merenda Sinoira"
sabato 15 giugno dalle ore 21:30 alle 23:00 piazza Castello (To)
via Cristoforo Colombo 41 (Crocetta -To) Sconti sul firmato fino al 70%
Tutti gli eventi PalaAlpitour
venerdì 14 giungo 20:30 Museo Egizio di Torino
previous arrow
next arrow
Slider

L’evento è stato creato con l’obiettivo di incoraggiare il dialogo e la conoscenza reciproca, riflettendo sul fatto che nessuna persona arriva mai da troppo lontano e che tutti possono essere parte integrante e arricchente della società.

Dopo aver premiato tre gruppi partecipanti per stravaganza, distanza e originalità, la giornata si è conclusa alle 22 con un aperitivo in pieno spirito di condivisione e integrazione.

di Giulia Lopopolo